Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Monitorare Vespa velutina è il messaggio del 2° Convegno a Cuneo

(20 marzo 2015)

vespa velutinaSi è svolto venerdì 13 marzo il secondo appuntamento cuneese sul problema Vespa velutina. Oltre settanta gli apicoltori presenti in sala insieme ai rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, della Provincia, della Coldiretti di Cuneo e di Aspromiele. All’ingresso del convegno è stata consegnata a ciascun partecipante una cartellina con una scheda tecnica per riconoscere gli adulti e i nidi del calabrone asiatico e il tappo trappola da applicare alle bottiglie da installare in apiario. Uno degli obiettivi principali dell’incontro era proprio quello di sensibilizzare tutti gli attori coinvolti nella problematica V.velutina con la richiesta di un contributo concreto nello svolgimento delle operazioni di monitoraggio: Aspromiele in ambito apistico e Coldiretti per quello frutticolo e viticolo. A questo proposito si invitano tutti coloro che hanno instalato delle trappole o sono intenzionati a farlo a riferire ai tecnici di zona (Aspromiele - Coldiretti) la loro localizzazione in modo tale da creare una vera rete di monitoraggio organizzata sulla maggior parte del territorio. Il convegno moderto da Franco Parola della Coldirettidi di Cuneo si è aperto con l'intervento di Alessandro Piemontesi, presidente di Aspromiele, e
 

Corsi sul carattere Vsh

(16 marzo 2015)

varroa3

Il 5 e il 6 marzo si sono svolti nella sede di Alessandria due incontri formativi sul carattere Vsh. Inizialmente era previsto un solo appuntamento ma il forte interesse dimostrato dagli apicoltori ha portato Aspromiele a organizzare un secondo incontro che comunque non è stato sufficiente a permettere a tutti la partecipazione.    
Il corso voleva fornire agli apicoltori gli strumenti per poter individuare e quantificare
l'espressione del carattere Vsh (Varroa sensitive hygiene), una forma di comportamento igienico specifico verso la varroa che quando espresso ad alti livelli conferisce tolleranza verso questo
parassita.
Alla parte teorica è seguito un approfondimento pratico in cui i partecipanti hanno potuto vedere come avviene il processo di individuazione della varroa e della sua progenie, passaggio indispensabile per poter valutare il carattere Vsh.

 

A Cuneo si torna a parlare di Vespa velutina

(24 febbraio 2015)

vespa velutinaDopo il successo di partecipazione registrato dal convegno organizzato da Aspromiele nell'inverno 2013, anno di arrivo di V. velutina in Piemonte, il prossimo Venerdì 13 marzo è programmata una seconda iniziativa sull'argomento. (scarica programma)
L'evento, organizzato da Coldiretti Cuneo e Aspromiele, si prefigge l'obiettivo di aggiornare l'areale di diffusione di V. velutina in Piemonte, con particolare riferimento alla Provincia di Cuneo, e di illustrarele azioni di monitoraggio condotte nello scorso anno.
I lavori, in programma a partire dalle 14.30 presso l'aula magna della Facoltà di Agraria di Cuneo, in Piazza Torino 3, vedranno la partecipazione del Prof. Marco Porporato (Disafa Torino), con una relazione su riconoscimento e contenimento dell'insetto; Franco Parola (Coldiretti Cuneo), Marco Bergero e Ermanno Giordanengo (Aspromiele) sulla situazione in Provincia di Cuneo; Fabrizio Zagni (Apiliguria) sui danni causati dal calabrone asiatico nel ponente ligure e su come organizzarsi per la distruzione dei nidi.
Vista la gravità del problema, che potrebbe verificarsi anche da noi, interverranno anche Marco Bignami (Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato) e Giancarlo Paternò (Comando provinciale dei Vigli del Fuoco), con i quali ci dovremo confrontare in merito alle procedure da adottare per procedure alla distruzione dei nidi.
Per informazioni contattare la segreteria organizzativa Coldiretti (0171 447240) o gli uffici Aspromiele di Cuneo (0171 693689)

 

E' in uscita il numero 3 di L'Apis

(03 marzo 2015)

copertina-lapisE' in arrivo il numero 3 marzo/aprile di L'Apis. Ecco alcuni degli argomenti trattati. Sanità apisitica: Aethina tumida dal vivo (seconda puntata) Francesca Zacchetti integra gli appunti del viaggio in Australia. Interessante intervista con il tecnico/ricercatore Doug Somerville. Adesioni alla campagna Bee Life. Bene la campagna 2014! Nel 2015 la sfida continua! Il miele di manuca.. un miele davvero speciale, il primo a varcare ufficialmente la soglia dell'"applicazione medica". Come sempre l'approfondimento dei lavori del mese: missione impossibile? Prevenire la sciamatura. Nelle pagine dedicate ad Ami, Ambasciatori dei Mieli, il resocondo del Workshop Apididattica che si è tenuto a Cuneo il 13-14 dicembre 2014. Su questo numero nella rubrica dai nostri lettori, un bel report fotografico sulla tarma della cera, la Galleria mellonella. E ancora il Visto per Voi, la posta dei lettori, le notizie in breve... vai al sito per sfogliare l'anteprima. Ricordiamo inoltre che a questo numero di L'Apis è allegato il Dossier Aspromiele sulla selezione VSH
 
 

Ricominciano i furti nell'alessandrino

(27 febbraio 2015)

furto-alveariA Pieve del Cairo, comune in provincia di Pavia ma limitrofo a Castelnuovo Scrivia (AL) e Valenza (AL) si è verificato un altro furto.
Questa è una zona dove da anni continuano a ripetersi episodi simili. In questo caso si è trattato un furto di 60 alveari di colore giallo con telai nido timbrati tutti con la scritta “Tommy”. Gli alveari sono stati rubati nella notte tra il 25 e il 26 febbraio.
Dalle foto riportate in fondo alla notizia è possibile vedere le arnie e i telai. Non si comprende come mai siano state ritrovate lamiere di furgone vicino alle banchette prive di casse.
Ricordiamo agli associati che grazie all'utilizzo di dispositivi antifurto (fototrappole e Gps) negli scorsi mesi sono stati individuati e denunciati diversi ladri.  
Chi dovesse riconoscere il materiale rubato può contattare i tecnici di Aspromiele.
 

Aethina tumida, grande partecipazione al primo appuntamento formativo

(17 febbraio 2015)

aethinaSi è tenuto il 16 febbraio, presso la sede Aspromiele di Alessandria, il primo corso di formazione su Aethina tumida, nuova minaccia dell’apicoltura italiana, segnalato per la prima volta nello scorso autunno in Calabria, e di cui si prevede  la diffusione sull’intero territorio nazionale. Gremita di apicoltori la sala. La relatrice, Francesca Zacchetti, apicoltrice di professione, è reduce da un viaggio in Australia, paese in cui il coleottero è presente da anni e dove ha avuto modo di incontrare diversi apicoltori. Francesca Zacchetti ci ha così portato le sue concrete impressioni dal campo, non generiche informazioni su A. tumida, ma cosa realmente fanno gli apicoltori australiani per contrastarla e contenerla. Un momento di confronto a 360 gradi, come si è soliti dire, che ci ha consentito un primo vero contatto con il parassita...

 

Aspromiele e L'Apis ad Apimell 2015

(20 febbraio 2015)

apimell logoAnche quest’anno a Piacenza si svolgerà l'Apimell la Mostra Mercato Nazionale di Apicoltura e dei prodotti e delle attrezzature apistiche. A livello nazionale si tratta della più importante manifestazione di settore. Aspromiele, come ogni anno, sarà presente con lo stand di L’Apis (corsia B stand 112) in questa postazione. E’ inoltre previsto un fitto programma di incontri e convegni di interesse apistico. Segnaliamo gli incontri di Unaapi
L’Apimell si svolgerà dal 6 al'8 marzo 2015 con orario 9:00-19:00 (venerdì e sabato) e 9:00-18:30 (domenica) nei padiglioni di Piacenza Expo.
I lettori di L’Apis troveranno nella rivista (numeri 9 2014 e 1-2 2015) un coupon che permetterà loro di ottenere uno sconto all’ingresso.
 

Coordinamento viticolo, perché no

(20 febbraio 2015)

vitehpIl prossimo 24 febbraio è in programma presso il Servizio Fitosanitario della Regione Piemonte la prima riunione di coordinamento del settore viticolo con l’obiettivo di definire le strategie di intervento che verranno adottate nel 2015 contro le avversità della vite. Aspromiele negli ultimi anni è sempre stata invitata ai lavori, dal momento che l’uso dei pesticidi nei vigneti poteva avere ripercussioni sulla salute degli alveari. Dopo gli iniziali positivi risultati (posizionamento dei trattamenti insetticidi contro lo scafoideo nel periodo post fioritura vite e in assenza di melata), le riunioni degli ultimi anni sono state caratterizzate da posizioni inconciliabili, ben sintetizzate dall’espressione di alcuni tecnici viticoli “le api potete spostarle, le vigne no”, e senza alcuna possibilità di mediazione. Aspromiele a questo punto, con profondo rammarico, ritiene del tutto inutile proseguire nella strada del confronto.

Leggi comunicazione di Aspromiele

 

Anagrafe Apistica: in Piemonte forse trasferimento d'ufficio dei dati del Censimento apistico

(7 febbraio 2015)

banner anagrafeSi è svolta, giovedì 5 Febbraio, presso l'Assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte, la riunione della Commissione Apistica Regionale con vari punti all'ordine del giorno, tra cui l'ufficiale riconoscimento del tecnico apistico, che hanno impegnato i partecipanti aventi diritto, tra cui Aspromiele, per l'intera mattinata. Merita in particolare di essere segnalata la comunicazione degli uffici Agricoltura e Sanità della Regione Piemonte in merito agli adempimenti di iscrizione nella anagrafe apistica nazionale

 

Aethina tumida: rinviata la manifestazione nazionale in Calabria!

(6 febbraio 2015)
Gli apicoltori calabresi del comitato spontaneo permanente "SALVIAMO LE API" a seguito:

-- di un positivo incontro tra i rappresentanti degli apicoltori e il Consigliere regionale Mauro D'Acri, delegato del presidente Oliverio;
-- dell'avere ricevuto ampie rassicurazioni circa la risoluzione del problema A. Tumida, ad oggi affrontato attraverso l'incenerimento degli apiari, con l'avvio di altre forme di lotta e di contenimento del parassita;
-- dell'aver positivamente preso atto dell'attenzione riservata dallo stesso dott. D'Acri verso il settore, ritenuto strategico per l'agricoltura regionale, e del suo impegno a far intervenire il Presidente Oliverio presso il Ministero della Salute, affinchè venga modificato il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 94/2014;

confidando fiduciosi negli impegni assicurati, decidono di rinviare la manifestazione nazionale prevista a Catanzaro per il 14 febbraio prossimo.

 

E' in uscita il numero 2 di L'Apis

(02 febbraio 2014)

copertina-lapisE' in arrivo il numero 2 di febbraio di L'Apis. Per il tema della sanità apisitica: Aethina tumida, dal vivo.. Francesca Zacchetti ci invia, in diretta dal campo, le sue prime sensazioni dopo essersi confrontata con gli apicoltori australiani. Ancora sulla sanità: una prova realizzata da Aspromiele su efficacia e residui di Apivar. Per la rubrica ritorniamo all'ABC: allevare regine un ostacolo insormontabile per i piccoli allevatori? Altro appuntamento con l'apicoltura urbana, in questa occasione Paolo Faccioli ci parla dell'apicoltura a Copenhagen. E come sempre l'approfondimento dei lavori del mese: uso e riciclo di materiali e attrezzature in apicoltura. Nelle pagine dedicate ad Ami, Ambasciatori dei Mieli, Laura Capini ci parla delle api magiche, api simboliche.
E ancora il Visto per Voi, i contributi dei nostri lettori, la posta dei lettori, le notizie in breve... vai al sito per sfogliare l'anteprima.
 

Aethina tumida: tre importanti appuntamenti

(02 febbraio 2015)

aethinaPer fornire una corretta informazione su come affrontare l'arrivo di Aethina tumida, Aspromiele ha organizzato tre momenti formativi tenuti da Francesca Zacchetti, apicoltrice e allevatrice di api regine, che ha conosciuto direttamente i problemi connessi al coleottero grazie a una recentissima missione in Australia dove l'apicoltura convive da anni con Aethina.
Gli appuntamenti, aperti a tutti i soci con regolare adesione ad Aspromiele, si terranno il 16 febbraio 2015 dalle 14.30 alle 17.30 ad Alessandria presso la sede di Aspromiele (Info: Aspromiele Alessandria 0131-250368 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), lunedì 23 febbraio dalle ore 20:00 alle ore 23:00 presso l'oratorio san Giovanni di via Canapi 2 a Oleggio (info: 335 6051896 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e giovedì 26 febbraio 2015 dalle ore 14,30 alle 17.30 a Fossano presso la sede della Cooperativa Piemonte Miele (Info: 0171-693689 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 

14/02/2015 Catanzaro, Apicoltori in piazza: salviamo api e apicoltura di Calabria

(29  gennaio 2015)

Nell’ambito degli importanti lavori del XXXI Congresso dell’Apicoltura Professionale, nella sessione affollatissima sull'A. tumida, il Comitato degli apicoltori calabresi Salviamo le api ha indetto per sabato 14 febbraio, a Catanzaro, alle ore 15, una  manifestazione degli apicoltori della Calabria e di tutta Italia,  contro gli improvvidi provvedimenti della veterinaria calabrese.
Unaapi, Aapi, Conapi, come numerose associazioni apistiche territoriali, hanno aderito con entusiasmo alla proposta dei colleghi calabresi, garantendo il massimo sforzo per una partecipazione più ampia possibile.
La convocazione della manifestazione di piazza sarà confermata solo successivamente al completamento delle procedure autorizzative, (entro il 6 febbraio).
 

Convegno apicoltori professionisti, il contributo di Aspromiele

(27 gennaio 2015)

logo-aapiCologno al Serio (BG) ha ospitato la 31° edizione del convegno Aapi, l’associazione che riunisce l’apicoltura professionale. E’ stata l’occasione per discutere di diversi temi che interessano l’apicoltura, sia quelli di stretta attualità (Aethina tumida, Vespa velutina, anagrafe apistica) che quelli su cui è utile e necessario confrontarsi e aggiornarsi continuamente (Varroa, pesticidi, normativa apistica, prodotti apistici).
Il convegno ha visto l’importante partecipazione del prof. James D. Ellis dell’università della Florida (Usa) che ha relazionato su Aethina tumida e sulle strategie di controllo adottate nel suo stato dopo l’insediamento del piccolo coleottero avvenuto alla fine degli anni novanta. In video conferenza dall’Australia sono giunti contributi analoghi da apicoltori locali e da apicoltori italiani andati appositamente per studiare l’impatto di Aethina tumida sull’apicoltura australiana.
Aspromiele ha contribuito all’ottima riuscita del convegno con una serie di lavori, dalla lotta alla varroa alla individualizzazione del carattere Vsh delle regine, dalla produzione e caratterizzazione della propoli ai residui di Apivar.

Vedi foto sala convegno

 

Anagrafe apistica nazionale

(27 gennaio 2015)

banner anagrafeIl 16 dicembre 2014 è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale la norma che prevede l’introduzione nel nostro ordinamento dell’anagrafe apistica nazionale. La sua applicazione è prevista entro il 16 marzo prossimo.
Dal 19 gennaio il Ministero ha dato la possibilità di registrarsi e attivare attraverso il sito www.vetinfo.sanita.it una postazione sull’anagrafe apistica nazionale allo scopo di prendere dimestichezza con la piattaforma che dovrà essere utilizzata per soddisfare gli obblighi previsti dalla nuova normativa.
Purtroppo a causa di un problema tecnico del sito ministeriale il suo utilizzo non è possibile, questo impedisce di comprendere il suo funzionamento e di darne corretta e pronta informazione agli apicoltori.Ciò verrà prontamente fatto appena saranno rimossi gli ostacoli che bloccano il sistema.

 

Corso VSH Aspromiele - Si raddoppia

(19 gennaio 2014 aggiornamento)

varroa3
Le api sono capaci di fronteggiare patogeni come covata calcificata e peste americana, parassiti come la varroa (e forse A. tumida) grazie a dei meccanismi di immunitá esplicati da comportamenti collettivi, come quello igienico e l’attivitá VSH (varroa-sensitive hygiene). Le api che esprimono alti livelli di comportamento igienico e/o VSH sono infatti capaci di identificare, disopercolare e rimuovere la covata infetta o parassitizzata, eliminandola dall’alveare e riducendo le possibilitá che l’infezione o l’infestazione si propaghino sia all’interno dell’alveare, che tra gli alveari dell’apiario.
Aspromiele, avvalendosi della competenza della struttura di supporto tecnico giá sviluppata negli anni ha deciso di intraprendere una attivitá di monitoraggio e selezione di api che presentassero queste caratteristiche positive, partendo da alveari giá selezionati per caratteristiche di importanza apistica (come produttivitá, docilitá eccetera).
In questo modo si intende migliorare le caratteristiche di api giá presenti e utilizzate con successo sul territorio, permettendo agli apicoltori di ridurre il numero di trattamenti grazie ad una resistenza quantomeno parziale esplicata dalle api stesse.
Nel corso, che si terrà ad Alessandria presso la sede di Aspromiele Corso Crimea 69 (4° piano) il 06 marzo a partire dalle ore 9,30 verranno presentate diverse strategie, con esperimenti conclusi e altri in corso di svolgimento. Una parte sará dedicata ad un approfondimento pratico mirato alla strumentazione necessaria per la valutazione del carattere VSH – ossia all’osservazione della fertilitá delle varroe presenti sotto l’opercolo.
Il corso è gratuito (finanziato dal Regolamento Cee 1234/07) ed è riservato ai soci Aspromiele o agli abbonati a L'Apis. E' obbligatoria la prenotazione al numero 338 7361889 oppure alla mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
N B: A causa della forte richiesta i posti disponibili per il giorno 5 marzo (giovedì) sono esauriti, per cui il corso verrà ripetuto il giorno 6 marzo (venerdì) stessa sede e orario. Le iscrizioni rimangono quindi aperte solo per il corso del 6 marzo.
 

Linee guida del settore apistico - Riaprono le iscrizioni ai corsi 2015

(19 gennaio 2015)

ASPROMIELE-Manuale-gmp
Aspromiele propone anche quest'anno una serie di corsi inerenti le “Linee guida per il settore apicoltura” ai sensi del Regolamento Ce 852. Un intenso e complesso lavoro che ha beneficiato della approvazione da parte del Servizio Veterinario della Regione Piemonte (leggi lettera) e che ha permesso la realizzazione di un manuale che permette ai soci di Aspromiele di avere uno strumento gestionale condiviso dal soggetto preposto al controllo, nell’ambito di un rapporto basato su regole certe e condivise.
Questo strumento archivia definitivamente tutte le problematiche e gli equivoci di questi ultimi anni relativi agli obblighi delle aziende apistiche operanti in produzione primaria, per le quali l'adozione del sistema Haccp NON E' PIU' OBBLIGATORIO ma facoltativo.
 
Le sedi e le date dei corsi sono in fase di definizione, in funzione del numero di iscritti e delle loro residenze.
 
Contributo per partecipante: 100 €

Le iscrizioni sono obbligatorie al seguente numero telefonico 0171-693689 oppure alla mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
 

Corso intermedio di analisi sensoriale miele

(17 gennaio 2015)

amiAMi, Ambasciatori dei Mieli, organizza, in collaborazione con Aspromiele, un corso di perfezionamento di I livello in analisi sensoriale del miele. Il corso si terrà in data 28, 29, 30 marzo 2015, con orario pieno (9 – 13, 14,30 – 17,30), a San Paolo Solbrito (AT) – Strada Tagliaverde 10.
Il Corso è rivolto a persone che abbiano già seguito un corso di introduzione all’analisi sensoriale del miele riconosciuto dall’Albo. Per il corso sarà richiesto il riconoscimento da parte dell’ Albo degli esperti in analisi sensoriale del miele. Questo permetterà agli allievi che abbiano seguito il corso per almeno il 75% della sua durata di accedere al corso di perfezionamento di II livello, organizzato direttamente dal CRA-API di Bologna, per la selezione degli assaggiatori da iscrivere all’Albo stesso. Per essere valido ai fini del percorso di addestramento dell’Albo, le persone che si iscrivono a questo corso di perfezionamento di I livello dovranno aver concluso un corso di introduzione prima del 28 dicembre 2014. Il corso non è idoneo a chi non abbia già una formazione di base sull’argomento e il suo programma è riportato in allegato.
Il corso avrà come docente Maria Lucia Piana.
La realizzazione del corso è vincolata al raggiungimento di un numero minimo di iscritti e avrà un costo di 180 €.

 

Segnalazioni furti 2014

(05 gennaio 2015)

mappa-furti-piemonte-2014-2Presentiamo la mappa delle segnalazioni dei furti pervenute al monitoraggio attivato da Aspromiele e inviate dagli apicoltori piemontesi nel 2014 (guarda mappa 2014).
La brutta notizia è che le zone di Casale Monferrato (AL) e della Val Susa (TO) sono state ancora oggetto delle ripetute angherie di qualche delinquente. La buona notizia è che rispetto al 2013 le segnalazioni di furti in Piemonte sono dimezzate (guarda mappa comparata).
Come si può notare nel cuneese dopo l’individuazione di un ladro di alveari tramite un sistema antifurto gli episodi sono cessati. Sono diminuiti molto anche nel novarese e nell’alessandrino.
Considerando la pessima stagione apistica che ha registrato marcate perdite di alveari in primavera temevamo che ci sarebbe stato un ulteriore aumento di furti rispetto al 2013 ma l’individuazione di qualche ladro grazie ai sistemi antifurto ha evitato che ciò potesse accadere.
Ricordiamo che Aspromiele ha attivato una polizza assicurativa che risarcisce coloro che subiscono furti, per maggiori informazioni guarda qui.

 

E' in uscita il numero 1 di L'Apis

(29 dicembre 2014)

copertina-lapisE' in arrivo il numero 1 di gennaio di L'Apis. Per il tema della sanità apisitica: il VarEval un nuovo strumento per il conteggio delle varroe. Per la selezione.. alla ricerca dell'ape migliore. Per gli eventi: Terra Madre, i mille volti e i mille mieli al grande incontro biennale che si è tenuto a Torino a fine Ottobre. Dal mondo: un interessante reportage dall'Africa. Biologia: la prodigiosità delle api attraverso il linguaggio delle api...
I lavori del mese: manutenzione invernale del materiale di campo. Ambasciatori dei Mieli: una panoramica sui concorsi di miele. E ancora il Visto per Voi, i contributi dei nostri lettori, la posta dei lettori, le notizie in breve... vai al sito per sfogliare l'anteprima.
 

Al via l'anagrafe apistica nazionale

(22 dicembre 2014)

Con la pubblicazione del decreto, a firma congiunta del Ministro della salute e di quello delle Politiche agricole, alimentari e forestali, partono i 90 giorni, previsti dal decreto del 2009 che istituisce l’anagrafe, necessari a rendere pienamente operativa la banca dati.
Con le modalità e procedure descritte nel manuale operativo tutti gli apicoltori ed i loro allevamenti andranno registrati nell’anagrafe. I dati già presenti in anagrafi apistiche regionali, se compatibili, andranno trasferiti nelle nuova Bda (Banca dati apistica), secondo procedure concordate tra il Ministero della salute e le singole regioni.
 

Riunioni Corsi Eventi

<<  Marzo 2015  >>
 L  M  M  G  V  S  D 
        1
  2  5  7  8
  9121415
16192122
232627
31     

libri-aspro

Compro - Vendo
comprovendo



Marcature Regine

marcatura 2015