Archivio

Contributi e bandi Asti


| 2012


(04 gennaio 2012)

Bando di aiuto all’apicoltura 2012 (Reg Ce 1234)

Con deliberazione n° 361 del 28/12/2011 la Giunta Provinciale ha approvato il bando per l’attuazione delle disposizioni speciali relative all’apicoltura ad oggetto: “Reg. Ce 1234/2007: disposizioni speciali relative all’apicoltura. Programma regionale 2011 – 2012: approvazione del bando per l’attuazione della Misura B3 (azioni di lotta alla varroasi) e di presentazione delle domande di contributo.
Termine presentazione delle domande: venerdì 30 marzo 2012.
Acquiti consentiti: arnie con fondo a rete antivarroa.
Modulistica disponibile sul sito SIAN (www.SIAN.it)- utilità – download – download modulistica – scarico moduli – servizi.
Oppure presso l’ufficio zootecncia della provincia di Asti, p.za San Martino 11, 14100 ASTI.


| 2011



(05 settembre 2011)

Bando di aiuto all’apicoltura 2011

Le domande di aiuto devono essere presentate o spedite alla provincia di Asti entro il 14 ottobre 2011.

Il bando è rivolto sia ad apicoltori produttori sia ad apicoltori amatoriali che si impegnino ad acquisire entro un anno tutti i requisiti dell’apicoltore produttore.
Per informazioni telefonate al 335 7024802


(01 gennaio 2011)
 

Contributi per l’apicoltura 2011
Sono stati aperti i bandi per la richiesta di contributi per il settore apistico. Le domande scadranno il 31 marzo 2011.
Vedi bando
 


| 2010


(7 gennaio 2010)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98
Con deliberazione della Giunta Provinciale n. 498 del 23 dicembre 2009, la Provincia di Asti ha aperto il bando per la presentazione delle domande di contributo, per l’anno 2010, ai sensi della L. R. 20/98. Si allegano il testo integrale del bando, nonché la modulistica per la presentazione delle domande.
Venerdì 19 marzo 2010 il termine ultimo per la presentazione delle domande.

Bando
Domanda di contributo 

 


| 2009


(26 gennaio 2009)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98
Apertura bando 2009 Provincia di Asti per il sostegno agli interventi di ammodernamento e adeguamento dei locali di lavorazione, acquisto macchine e attrezzature per il laboratorio e acquisto di nuclei e pacchi di api. Termine di presentazione delle domande venerdì 14 febbraio 2009.

 


 

(3 agosto 2008)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98

Aperto il bando per la provincia di Asti relativo alle domande di ontributo legge Regionale 20/98. Scadenza 17 settembre 2008.


(18 gennaio 2008)

Domanda di contributo ai sensi della Legge Quadro 313/04

Delibera n. 468 del 6 dicembre 2007: Legge 24 dicembre 2004, n. 313 recante disciplina in materia di apicoltura: approvazione criteri e modalità di apertura bando di presentazione delle domande di contributo per l’anno 2008 (excel 44 kb). Scadenza 28 febbraio 2008.



| 2007


(10 ottobre 2007)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98

 Il finanziamento interessa i seguenti interventi

1) Acquisto: acquisto di macchine ed attrezzature per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari.

2) Allevamento e selezione:

– allevamento e selezione di api regine di razza ligustica finalizzati alla formazione di ceppi adatti alle condizioni climatiche e nettarifere del Piemonte e con ottimale resistenza alle patologie ed alle parassitosi.
– sostituzione delle regine presenti negli alveari all’interno delle zone di rispetto, di cui all’art. 27 della L. R. 20/98, con api regine di razza ligustica.

Gli aiuti vengono quantificati sotto forma di contributi in conto capitale calcolati in percentuale sulla spesa ammessa:

– per acquisto macchine ed attrezzature inerenti l’apicoltura: spesa massima ammessa per richiedente 12.000 euro e spesa minima di 1.000 euro contributo 30%, elevato al 40% per le aziende situate in zona montana. Non sono ammissibili macchinari ed attrezzature usate per allevamento e selezione api regine.
– spesa massima ammessa per richiedente  2.000 euro contributo 30 per cento. 

Verranno finanziati solo acquisti realizzati in data posteriore alla presentazione della domanda.

Beneficiari: apicoltori produttori apistici in regola con la denuncia annuale degli alveari, residenti in Provincia di Asti con iscrizione alla Camera di Commercio come impresa agricola, in possesso di Partita Iva per il settore agricolo, di fascicolo aziendale e di regolare posizione previdenziale.
Apicoltori amatoriali in regola con la denuncia annuale degli alveari e residenti in Provincia di Asti con impegno, pena la restituzione delle somme percepite maggiorate degli interessi legali, a diventare produttori apistici entro un anno ed a proseguire l’attività apistica per 5 anni. 

Priorita’

– apicoltori produttori apistici astigiani con centro aziendale situato in di montagna*

– apicoltori produttori apistici astigiani con centro aziendale situato in collina*

– apicoltori produttori apistici astigiani con centro aziendale situato in pianura*

– apicoltori amatoriali

* Per l’individuazione della zona cui riferire l’apicoltore, si fa riferimento alla localizzazione del centro aziendale (viene individuato come centro aziendale la sede ove risultano ubicati i locali adibiti alla smielatura del prodotto dell’alveare)

Nell’ambito di ciascuna categoria ulteriore priorità sarà riconosciuta nell’ordine :

– ai giovani apicoltori (18 – 40 anni)
– agli apicoltori biologici (soggetti che risultano iscritti nell’elenco regionale degli apicoltori Biologici e che immettono sul mercato prodotti biologici certificati ed etichettati secondo le disposizioni fornite dal Reg. Ce 2092/91 e succ. modifiche)
– agli apicoltori con il maggior numero di alveari denunciati, desunti dall’ultima denuncia annuale.
Scadenza mercoledì 14-11-2007. Le domande presentate da apicoltori che nel 2006 hanno beneficiato del contributo, saranno poste in coda alla graduatoria sempre nel rispetto delle sopra esposte priorità.
 

 


 

(17 gennaio 2007)

Domanda di contributo ai sensi del Reg. Ce 797/04
La Provincia di Asti ha deliberato l’apertura delle domande ai sensi del Reg. Ce 797/04 ed ha stabilito la scadenza del periodo per la presentazione dei documenti al 15/02/2007.

Misure aperte a finanziamento:
– B3 acquisto arnie idonee ad una razionale lotta ala varroa (contributo del 60% della spesa ammessa con l’acquisto di minimo 25 max 100 arnie ed un importo massimo per arnia di 41,32 euro, Iva esclusa);
– C2.1 acquisto arnie per nomadismo (modalità operative identiche a B3);
– C2.2 acquisto materiale specifico per nomadismo (muletti max 35 cv, gru, impianti di sollevamento da montare su trattrici, supporti per arnie) con 50% di contributo su spesa ammessa minima 1.000 euro, massima 5.000 euro per richiedente.
Beneficiari: apicoltori che al momento della presentazione della domanda siano in possesso di P. Iva per l’agricoltura, iscrizione alla Cciaa, smielino in laboratori autorizzati e siano in regola con la denuncia di possesso degli alveari. Limitatamente alla misura C2 si è ammessi a finanziamento se si posseggono almeno 52 alveari.

Per le misure B3 e C2 vengono istituite due graduatorie distinte che seguiranno i seguenti criteri di priorità:

a) zona altimetrica (montagna, collina, pianura);

b) imprenditori agricoli professionali (Iap);

c) apicoltori biologici;

d) numero maggiore di alveari dichiarati nella denuncia anno 2005;

e) apicoltori inseriti in graduatoria nell’anno precedente e non finanziati per mancanza fondi che presenteranno nuova richiesta;

f) in caso di parità di punteggio, la data di presentazione della domanda e numero di protocollo risultante dall’Ufficio ricevente.

Acquisti: potranno essere ammessi a finanziamento solo gli acquisti effettuati dopo la presentazione delle domande.

Per gli apicoltori inseriti nella graduatoria anno 2005/2006 e non finanziati per mancanza di disponibilità, potranno essere finanziati, perché ritenuti ammissibili, gli acquisti effettuati dopo la presentazione della domanda dell’anno 2005/2006.

Le domande devono essere presentate in piazza San Martino, 4 Asti, Servizio Agricoltura della Provincia di Asti corredate di copia iscrizione Cciaa, fotocopia di attribuzione P. iva e fotocopia fronte/retro di un documento di identità.

 


| 2006


(13 giugno 2006)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98
Aperto il bando di presentazione delle domande di contributo per l’anno 2006 relative alla Legge regionale n.20/98 “Norme per la disciplina, la tutela e lo sviluppo dell’apicoltura in Piemonte”. Termine presentazione domande 31 luglio 2006.
Sono previsti contributi per:
1) Strutture:
a) costruzione, ristrutturazione e ammodernamento delle strutture aziendali di lavorazione e conservazione della produzione degli alveari;
b) adeguamento alle norme igienico-sanitarie dei locali della lavorazione dei prodotti dell’alveare.
2) Acquisto:
a) acquisto di macchine ed attrezzature per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari, acquisto o ammodernamento degli apiari.
3) Allevamento e selezione:
a) allevamento e selezione di api regine di razza ligustica finalizzati alla formazione di ceppi adatti alle condizioni climatiche e nettarifere del Piemonte e con ottimale resistenza alle patologie ed alle parassitosi;
b) sostituzione delle regine presenti negli alveari all’interno delle zone di rispetto, di cui all’art. 27 della L.R.n. 20/98, con api regine di razza ligustica.


(31 gennaio 2006)

Domanda di contributo ai sensi del Reg. Ce 797/04
In provincia di Asti sono aperti i bandi relativi ai finanziamenti ai sensi del Reg. Ce 797/04 per la misura C.
azione 1 – acquisto arnie e azione (contributo è pari al 60% della spesa ammissibile)
azione 2 – acquisto macchine, attrezzature e materiali vari specifici per l’esercizio del nomadismo (contributo pari al 50% della spesa ammissibile).
Le domande di contributo dovranno essere presentate entro il 28 febbraio 2006.

 


| 2005


(16 settembre 2005)

Domanda di contributo ai sensi della L. R. 20/98
Le domande possono essere presentate fino al 30 settembre presso l’ufficio dell’Assessorato Provinciale all’Agricoltura della Provincia di Asti, Piazza San Martino, 4 Asti.
Interventi ammessi a contributo: Strutture (costruzione, ristrutturazione e ammodernamento delle strutture aziendali di lavorazione e conservazione della produzione degli alveari; adeguamento alle norme igienico-sanitarie dei locali della lavorazione dei prodotti dell’alveare).
Acquisto (macchine ed attrezzature per la lavorazione e commercializzazione dei prodotti dell’alveare, acquisto o ammodernamento degli apiari).
Allevamento e selezione (allevamento e selezione di api regine di razza ligustica finalizzati alla formazione di ceppi adatti alle condizioni climatiche e nettarifere del Piemonte e con ottimale resistenza alle patologie e parassitosi; sostituzione delle regine presenti negli alveari all’interno delle zone di rispetto, di cui all’art. 27, con api regine di razza ligustica).
Importi:
Strutture: spesa max 25.000 euro contributo 40% collina (50% montagna).
Acquisto: spesa max 10.000 euro contributo 35% collina (40% montagna).
Api regine: spesa max 1.000,00 euro contributo 30% collina (40% montagna).
Beneficiari:
a) Apicoltori produttori apistici che hanno presentato denuncia annuale degli alveari e residenti in Provincia di Asti
b) Apicoltori amatoriali che hanno presentato denuncia annuale degli alveari e residenti in Provincia di Asti con impegno a diventare produttori apistici entro un anno.
Priorità:
a) apicoltori produttori apistici professionali – 5 punti;
b) adeguamento norme igienico sanitarie dei locali per la lavorazione del miele – 2 punti;
c) interventi da realizzarsi in zone di montagna 3 punti, collina 2 punti, pianura 1 punto (localizzazione centro aziendale);
d) numero alveari posseduti e denunciati (oltre 52 alveari 3 punti, meno di 52 alveari 1 punto);
e) apicoltore biologico 5 punti;
f) ordine cronologico a parità di punteggio;
Per informazioni telefonare al tecnico Ulderica Grassone 335-7024802 oppure a Franco Luigi 0141-380400