Archivio

Carlo Olivero

carlo olivero

carlo oliveroNato a: Cuneo il 25/05/1956
Residente a Borgo San Dalmazzo (CN)
Telefono: uff. 017-1447274 Fax 0171-447300 Cell. 335-7043598

Maturità: liceo Classico Peano di Cuneo.
Laurea a pieni voti in Scienze Agrarie presso la Facoltà degli Studi di Torino con tesi di laurea presentata nel febbraio del 1981 su “galleria mellonella”, (tarma della cera) lavoro sperimentale svolto presso l’Istituto di Apicoltura, relatore Prof. Franco Marletto.

Percorso apistico

  • a che età sono diventato apicoltore: a 20 anni durante gli studi universitari.
  • come ho iniziato: ho iniziato con l’aiuto economico di mio padre (prestito ad interesse zero e a fondo perduto) per avere un’attività che in qualche modo potesse fornirmi una parziale indipendenza economica.
  • perché sono apicoltore: attualmente utilizzo le api per mantenere un bagaglio di esperienza aggiornato e avere a disposizione materiale per le prove sperimentali.
  • dimensione e ubicazione dell’azienda gestita: allevo in società con un amico, da 60 a 80 alveari, svolgendo esclusivamente i lavori in apiario.

Curriculum del tecnico apistico

  • da quanti anni sono tecnico apistico: dal 1982.
  • perché ho scelto di fare il tecnico in una Associazione: ho sempre creduto nei valori dell’associazionismo e ho seguito la sua trasformazione da Consorzi volontari ad Associazioni riconosciute, credo nell’importanza dell’assistenza tecnica, nel ruolo di sindacato di categoria e mi dedico alla promozione del prodotto. In Aspromiele rivesto il ruolo di Presidente del Collegio Sindacale.
  • responsabilità e ruoli svolti extra associazione: ho ricoperto il ruolo di Sindaco e di Presidente del Collegio Sindacale della Coop. Piemonte Miele per tre mandati. Sono degustatore iscritto all’Albo degli Esperti in Analisi Organolettiche dei Mieli. Sono stato scelto nel gruppo degli “Ambasciatori dei grandi mieli d’Italia”.
  • corsi svolti in regione e fuori: docente per l’Unaapi (Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani) per tecnica apistica, patologia apistica, prodotti delle api e analisi organolettiche del miele.
  • attività di formazione nelle scuole: svolgo con assiduità incontri didattici con le scuole di vario grado ed ho organizzato ed organizzo annualmente in varie manifestazioni percorsi didattici.
  • collaborazione con riviste/pubblicazioni: fondatore e redattore nel 1987 di Rivista di Apicoltura Cuneese (700 copie in provincia), dal 1990 redattore di “Rivista di Apicoltura” (tiratura 2500 copie su territorio regionale); redattore e collaboratore dal 1993 di “L’Apis Rivista di Apicoltura”.
  • organizzazione concorsi e altre manifestazioni: organizzatore dei concorsi per il miele: primi concorsi regionali, concorsi per i mieli di alta montagna del programma Interreg Italia-Francia, attualmente concorso regionale di Ghemme. Mi occupo di promozione del miele attraverso la programmazione e la didattica in degustazioni guidate. Collaboro con Slow foof, Club Papillon, Università del Gusto ecc.. Organizzo cene e pranzi con il miele protagonista. Sono fra i realizzatori dell’iniziativa promozionale “La Strada del Miele” individuata come percorso nei Roeri (provincia di Cuneo) dove mi occupo di miele in cucina, miele e attività sportiva e miele e didattica.

Attività di ricerca/sperimentazione

  • Lavoro di ricerca su Programma Operativo Plurifondo Interreg Italia-Francia su “La caratterizzazione dei mieli di montagna per il loro riconoscimento con marchio comunitario” (anni 1998-1999-2000).
  • Lavoro di ricerca per la caratterizzazione del miele di castagno del Piemonte svolto nel 2000 e 2001 con il finanziamento della Regione Piemonte.
  • Lavoro di ricerca per la valutazione degli effetti sulle api di trattamenti con Confidor prima della fioritura del melo, pubblicato su Terra e Vita n° 16 del 1999.
  • Lavoro di ricerca per la valutazione degli effetti sulle api di trattamenti con Fenitrocap su pesco in concomitanza con la fioritura dell’actinidia, pubblicato su Informatore Agrario n° 18 del 2003.
  • Lavoro di ricerca per la valutazione degli effetti sulle api di trattamenti con Phemphos su pesco in concomitanza con la fioritura dell’actinidia, pubblicato nel 2004 su Informatore Fitosanitario.