Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME VERCELLI

Vercelli

 


|  2017


(24 gennaio 2017)

Incontri di apicoltura pratica a Guardabosone

Sabato 25 marzo, primo aprile, 8 aprile e 15 aprile si svolgeranno 4 incontri di apicoltura pratica.
Gli incontri si svolgeranno nel comune di Guardabosone (VC) in località Molino 18 dalle 8:30 alle 13:30.
Docente degli incontri sarà l'apicoltore professionista Boris Luoni.
Gli incontri sono riservati ai soci Aspromiele e hanno un costo totale di 10 euro.

Per iscrizioni e informazioni scrivete alla mia collega Eleonora: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 


|  2016


(06 novembre 2016)

Anagrafe apistica

L’Anagrafe Apistica Nazionale (BDA), prevede l’obbligo per tutti gli apicoltori, sia amatoriali che professionali, di aggiornare annualmente la consistenza (censimento annuale) e la localizzazione degli apiari posseduti (indirizzo e coordinate geografiche) nel periodo compreso tra il 1° novembre ed il 31 dicembre di ogni anno, e, nel caso in cui non vi siano state variazioni nella consistenza rispetto ai dati inseriti a oggi, provvedere comunque a confermare le informazioni già registrate.

Al fine di fornire un aggiornamento in materia e agevolare gli apicoltori che hanno dato delega ad Aspromiele, o che intendano delegarla ora per l’assolvimento di questo adempimento, sono previsti tre incontri nelle date e nelle sedi sotto riportate:

Verbania, martedì 22 novembre dalle 19:00 alle 23:00, presso la biblioteca civica di via Vittorio Veneto 138.
Ghemme, mercoledì 23 novembre dalle 19:00 alle 23:00, palazzo Gallarati in piazza Castello.
Oleggio, giovedì 24 novembre dalle 19:00 alle 23:00, presso il teatro di via Roma 34.

Il censimento può essere effettuato anche inviando via mail ad  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   il modulo Situazione Apiari-Attività apicoltura (allegato a questa comunicazione per chi ha dato delega ad Aspromiele) firmato, datato e con le correzioni da apportare in BDA.


 

(05 agosto 2016)

Il tecnico Andrea Raffinetti sarà in ferie dall' 8 al 26 agosto compresi


 

(27 giugno 2016)

Consegna presidi saniatari 2016

I presidi sanitari, da impiegarsi nel programma di lotta alla varroa 2016, saranno distribuiti:
Martedì 5 luglio dalle 10:00 alle 11:30 a Domodossola (VB) presso la Comunità montana di via Romita 13.  
Martedì 5 luglio dalle 14:00 alle 16:00 a Verbania presso la biblioteca civica di via Vittorio Veneto 138.
Mercoledì 6 luglio dalle 9:00 alle 13:00 a Oleggio (NO) in via Matteotti 38.
Giovedì 7 luglio dalle 9:30 alle 12:30 a Borgomanero (NO) presso la Coldiretti in via dei Mille 24.
Giovedì 7 luglio dalle 14:30 alle 16:00 a Ghemme (NO) in via Montebello 10.

Per informazioni Andrea Raffinetti 3356051896


 

(14 aprile 2016)

Riunione zonale primavera 2016

La riunione zonale si svolgerà a Oleggio il 19 maggio 2016 presso il cinema teatro di via Roma 43 dalle ore 20:30.
Oppure a Verbania il 17 maggio 2016 in via Vittorio Veneto 138 presso la biblioteca civica dalle ore 20:30.
Temi: Lotta alla varroa, prenotazione presidi sanitari, aggiornamenti normativi.

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    3356051896


(26 marzo 2016)

Il tecnico Andrea Raffinetti sarà in ferie dal 29 marzo al primo aprile compresi.


|  2015


(03 dicembre 2015)

Riunione zonale - Censimento Annuale - Anagrafe apistica nazionale

La Nuova Anagrafe Apistica Nazionale prevede anche l’obbligo di aggiornare annualmente la consistenza (censimento annuale) e la dislocazione degli apiari posseduti (indirizzo e coordinate geografiche) nel periodo compreso tra il 1° novembre ed il 31 dicembre di ogni anno, e, nel caso in cui non vi siano state variazioni rispetto ai dati inseriti a oggi di provvedere comunque a confermare le informazioni già registrate.

Sarà possibile confermare o modificare quanto precedentemente denunciato in due modi:
1) Inviando via mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. la tabella riassuntiva che abbiamo spedito a chi si è appoggiato ad Aspromiele per l’iscrizione in Bda, aggiungendo le modifiche o la conferma, la data e la firma.   
2) Modificare, confermare, datare e firmare copia della tabella riassuntiva che avrò con me durante le riunioni zonali.

Agli apicoltori che hanno dato delega ad Aspromiele non sarà richiesto alcun costo aggiuntivo per l’assolvimento di questa pratica in quanto compreso nella quota già versata per l’iscrizione in Bda.

Ricordiamo inoltre a tutti i soci che hanno provveduto autonomamente all’iscrizione in Bda di provvedere a effettuare il censimento entro il 31-12-2015, operazione che le ultime indicazioni regionali rendono possibile soltanto con l’impiego della Carta Nazionale dei Servizi.

Chi infine non avesse ancora provveduto all’iscrizione in Bda o intendesse delegare Aspromiele, durante le riunioni zonali potrà farlo alle condizioni comunicate negli scorsi mesi.

Le riunioni zonali si svolgeranno a:
Verbania, giovedì 17 dicembre presso la biblioteca comunale di via Vittorio Veneto 138 dalle 20:30 alle 23:00.
Oleggio (NO), lunedì 21 dicembre presso il teatro di via Roma 43 dalle 20:30 alle 23:00.    

Per ulteriori informazioni è possibile contattarmi al 3356051896 oppure Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

(06 agosto 2015)

Il tecnico Andrea Raffinetti sarà in ferie dal 10 agosto e rientrerà il 31 agosto.


 

(10 giugno 2015)

Consegna prodotti e inserimento dati in anagrafe apistica nazionale

I presidi sanitari da impiegarsi nel programma di lotta alla varroa 2015 saranno distribuiti a:
Domodossola (VB) presso la Comunità Montana Valli dell’Ossola in via Romita n.13, martedì 30 giugno dalle 10:00 alle 12:00.
Verbania presso la biblioteca civica in via Vittorio Veneto 138, martedì 30 giugno dalle 14:00 alle 16:00.  
Oleggio (NO)  presso la sede della Codiretti in largo Bersaglieri 1, giovedì 2 luglio dalle 09:00 alle 12:00.
Ghemme (NO) in piazza Castello presso palazzo Gallarati sala Calzone, giovedì 2 luglio dalle 14:30 alle 16:00.
Borgomanero (NO) presso la sede della Coldiretti in via dei Mille 24, venerdì 3 luglio dalle 09:30 alle 15:00.

Per informazioni potete contattare il tecnico Andrea Raffinetti al 335 6051896 e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Inoltre tutti coloro che sono interessati all’inserimento in anagrafe apistica nazionale tramite Aspromiele potranno procedere durante questi incontri alla obbligatoria georeferenziazione degli apiari grazie alla presenza di un nostro tecnico.


 

 

(30 marzo 2015)

Riunione zonale primavera 2015

Il giorno martedì 05 maggio a partire dalle ore 20:30 si svolgerà una riunione presso il cinema teatro di Oleggio di via Roma 43 in si parlerà di Anagrafe apistica nazionale e sarà possibile effettuare la prenotazione dei presidi sanitari.


 

 

(02 aprile 2015)

Il tecnico Andrea Raffinetti sara in ferie dal 7 al 10 aprile compresi.


|  2014


 

(23 dicembre 2014)

Il tecnico Andrea Raffinetti sarà in ferie da giovedì 25 dicembre a domenica 4 gennaio.


 

(26 novembre 2014)

Riunione zonale Vercelli

E' previsto un incontro nel quale sarà possibile consegnare la denuncia di possesso alveari. Si parlerà anche degli altri adempimenti burocratici che interessano l’apicoltura, di alcune prove contro al varroa effettuate da Aspromiele nel corso del 2014 e di Vespa velutina e Aethina tumida.
La riunione della zona di Vercelli si svolgerà:
giovedì 18 dicembre 2014 dalle ore 20,00 alle ore 23,30 a Oleggio (NO) presso la sala 2 del teatro comunale di via Roma 43.


 

 

(28 luglio 2014)

Il tecnico Andrea Raffinetti sarà in ferie dall'11 agosto e rientrerà lunedì 1° settembre.


 

 

 (13 giugno 2014)

Consegna dei presidi sanitari da impiegarsi nella lotta alla varroa in provincia di Vercelli:

I prodotti verranno consegnati presso:
La sala della Comunità Montana Valli dell'Ossola, in via Romita 13/bis a Domodossola, martedì 1 luglio 2014 dalle 10:00 alle 12:00
La biblioteca di Verbania in via Vittorio Veneto 138 a Verbania, martedì 1 luglio 2014 dalle 14:00 alle 16:00
La sede della Codiretti di Oleggio, in largo Bersaglieri 1, giovedì 03 luglio 2014 dalle 9:00 alle 12.00.
La sala consiliare del comune di Ghemme, in via Roma 21, giovedì 03 luglio 2014 dalle 14:00 alle 15:45.
La sede della Coldiretti di Borgomanero in via dei Mille 24, venerdì 04 luglio 2014 dalle 09:30 alle 13:00.
Per informazioni potete contattare il tecnico Andrea Raffinetti al 0131 250368 oppure al 335 6051896 e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

(25 marzo 2014)

Riunione zonale di primavera a Oleggio (NO)

Martedì 8 aprile alle ore 20:30 presso il cinema teatro di Oleggio in via Roma 43.

 


|   2013


(03 dicembre 2013)
Riunione autunnale per la denuncia di possesso alveari
 
Scadrà il prossimo 31 dicembre, come previsto dalla legge regionale n. 20/98 “Norme per la disciplina, la tutela e lo sviluppo dell’apicoltura in Piemonte”, il termine ultimo per la presentazione da parte di tutti gli apicoltori, sia amatoriali che produttori, dell’annuale dichiarazione del numero di alveari posseduti. La denuncia potrà essere consegnata al tecnico Andrea Raffinetti sabato 14 dicembre alle ore 14:00 presso il teatro di Oleggio in via Roma 43.
La legge prevede sanzioni da € 154,94 a € 464,81 per la mancata denuncia e da € 103,29 a € 309,87 per la mancata esposizione in apiario del cartello riportante il codice identificativo. Al fine di agevolare gli associati, durante l’assemblea sarà possibile consegnare al tecnico la denuncia compilata.
Non avendo la possibilità di utilizzare una fotocopiatrice in questa sede chiediamo cortesemente di portare la fotocopia di un documento di identità del dichiarante.
Per maggiori informazioni potete contattare Andrea Raffinetti al 0131 250368 oppure 335 6051896 oppure mandare una e-mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
(08 aprile 2013)
 
Bando di aiuto per l'apicoltura in provincia di Vercelli
l bando scade alle ore 12.30 di venerdì 03 maggio 2013. Sarà possibile presentare domande per accedere la finanziamento per l’acquisto di:
- macchine e attrezzature per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari;
- attrezzature specifiche per i trattamenti sanitari dell’alveare (con esclusione dei mezzi di trasporto);
- arnie con fondo a rete;
- api regine di razza ligustica.
Le domande dovranno essere presentate in forma cartacea al Settore agricoltura della Provincia di Vercelli, Servizio vitivinicoltura e zootecnia, Via S. Cristoforo, 3 13100 Vercelli.
Il modello di partecipazione e il testo integrale del bando potranno essere ritirati, durante l’orario di lavoro, presso la sede del Servizio vitivinicoltura e zootecnia della Provincia, oppure richiesti inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Per ulteriori informazioni in merito, il Servizio competente è a disposizione dei produttori ai numeri telefonici 0161.597669/597673 348.3676195.
Per informazioni o aiuto nella compilazione della domanda è possibile contattare il tecnico di zona Andrea Raffinetti al 0131 250368   347 7754225 oppure inviare una e-mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

(11 marzo 2013)  

Bando di aiuto apicoltura provincia Vercelli (Reg. Ce 1234 /07)

La provincia di Vercelli ha aperto un bando di aiuto all'apicoltura.
Soggetti beneficiari: Apicoltori produttori apistici singoli o associati; cioè coloro la cui attività apistica viene svolta a fini economici e commerciali, in possesso quindi di Partita Iva agricola o apistica, iscrizione alla Cciaa come agricoltore o apicoltore, in possesso di fascicolo aziendale costituito presso un Caa (centro di assistenza agricola) che conducono almeno 52 alveari (rilevati dall’ultimo censimento) e che operano in locali di lavorazione del miele in regola con le norme igieniche-sanitarie.
I richiedenti devono inoltre essere in regola con il censimento apistico annuale di cui alla LR 20/98.
Criteri di priorità: A parità di condizioni é ammessa priorità per le aziende che si trovano nel seguente ordine: aziende condotte da giovani in età compresa tra 18 e 40 anni alla data di presentazione della domanda e site in zone classificate di montagna, collina e pianura.
Iniziative finanziabili e agevolazioni previste: Acquisto di arnie con fondo a rete antivarroa. Per poter accedere al contributo è necessario prevedere l’acquisto di un numero minimo di arnie pari a 30 fino a un numero massimo di 100 arnie. La spesa ammessa massima per ogni arnia acquistata corrisponde a 80,00 euro; la percentuale di contributo è pari al 60% della spesa ammessa. Tutte le arnie che beneficiano del contributo previsto dal Reg. CE n. 1234/2007 devono essere identificate con un contrassegno indelebile e non asportabile che riporti l’anno di approvazione del programma la provincia di appartenenza e, nel caso delle arnie, un codice per identificare in modo univoco l’azienda (marchio a fuoco, utilizzo di vernice indelebile, ecc.). L’identificazione con contrassegno indelebile e non asportabile dei materiali che beneficiano del contributo è a carico dei richiedenti.
Rendiconto e pagamenti: Ai fini del rendiconto deve essere presentata copia delle fatture quietanzate con l’indicazione ”finanziato ai sensi del Reg. CE n. 1234/2007”. Il pagamento degli acquisti deve essere effettuato esclusivamente con assegno o bonifico, non è ammesso il pagamento in contanti.
Esclusioni: Non sono ammissibili interventi iniziati prima della presentazione della domanda, nonché l’acquisto di attrezzature ed arnie usate. L’Iva, imposte e tasse sono escluse dal finanziamento.
Presentazione delle domande: La domanda per l’assegnazione dei contributi, redatta secondo la modulistica all’uopo predisposta da AGEA e scaricabile dal sito www.sian.it/portale-sian/attivaservizio.jsp?sid=166&pid=10&servizio=Scarico+Moduli&bottoni=no, deve essere presentata al Servizio vitivinicoltura e zootecnia della provincia di Vercelli in via San Cristoforo, 3 Vercelli
entro il 29 marzo 2013.
Per informazioni potete contattare il tecnico di zona Andrea Raffinetti al 0131 250368, 347 7754225 oppure inviare una e-mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

 

 

(06 marzo 2013)

Incontri tematici, riunione zonale e corso Linee Guida Ghp

Incontri tematici:
Lunedì 11 marzo dalle 20:30 alle 23:30: la produzione di polline, docente Andrea Fissore.
Giovedì 21 marzo dalle 20:30 alle 23:30: la produzione di propoli, docente Andrea Raffinetti.
Gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno presso l’oratorio san Giovanni in via Canapi 2 a Oleggio.
Riunione zonale:
Sabato 23 marzo dalle 15:30 presso il teatro di Oleggio in via Roma 43.
Corso Linee Guida Ghp:
Giovedì 28 marzo dalle 14:30 alle 17:00 presso l’oratorio san Giovanni in via Canapi 2 a Oleggio.

 

 


|   2012


 

 

 
(07 maggio 2012)
 
Riunione primaverile a Oleggio (NO)
Sabato 26 maggio 2012 alle ore 14:30 a Oleggio in via Roma 43 presso il cinema-teatro comunale.
Nella riunione verrà presentato il piano di lotta alla varroa suggerito per il 2012.
Per informazioni potete telefonare al 0131 250368 o inviare una e-mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
(28 marzo 2012)
 
 
Bando di aiuto all'apicoltura (Legge Regionale 20/98)
Beneficiari: apicoltori produttori apistici singoli o associati, cioè coloro che svolgono attività apistica a fini economici, residenti in Provincia di Vercelli, in possesso di:
a) P.Iva attinente il campo agricolo.
b) Iscrizione alla Cciaa come impresa agricola e/o apistica.
c) Che abbiano costituito il fascicolo aziendale presso un Centro di Assistenza Agricola (Caa) nell’anagrafe delle imprese agricole del Siap (Sistema Informativo Agricolo Piemontese – Rupar Piemonte).
d) In regola con il censimento apistico anno 2009.
Per le forme associative l’attività apistica deve essere l’attività economica prevalente; tale condizione deve risultare dall’atto costitutivo.
Potranno, in subordine, beneficiare degli aiuti anche gli apicoltori amatoriali che intendano acquisire tutti i requisiti dell’apicoltore produttore apistico entro un anno dalla data di collaudo delle opere o degli acquisti e che si impegnino per almeno 5 anni a proseguire l’attività di produttore apistico.
Le domande di finanziamento devono essere presentate al Settore Agricoltura della Provincia di Vercelli in via Pirandello, 8 utilizzando la modulistica in distribuzione presso il Settore stesso dal giorno Lunedì 02.04.2012 e fino alle ore 16.30 di Lunedì 30.04.2012.
Acquisti finanziabili:
a) Acquisto, allevamento e selezione di api regine di razza ligustica, finalizzati alla formazione di ceppi adatti alle condizioni climatiche e nettarifere del Piemonte e con ottimale resistenza alle patologie e alle parassitosi.
b) Acquisto di macchine e di attrezzature per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari, nonché delle attrezzature specifiche per i trattamenti sanitari dell’alveare, con esclusione dei mezzi di trasporto.
Il contributo è del 30% per le zone montane e del 20% per quelle di pianura.
Il pagamento degli acquisti dovrà essere effettuato esclusivamente con assegno o bonifico, non è ammesso il pagamento in contanti.
Per informazioni e per la compilazione della domanda potete contattare l'ufficio di Aspromiele al 0131/250368 oppure mandare una e-mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 
 

 
 
(13 marzo 2012)
 
Corsi Gmp
 
Martedì 03 e mercoledì 04 aprile dalle 20:30 alle 23:30 c/o il teatro comunale di Oleggio (NO) in via Roma 43.
Per prenotazioni tel 0131 250368, e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

(27 febbraio 2012)

Bando aiuto provincia Vercelli (Reg. Ce 1234/07)
Finalità: Azioni di lotta alla varroasi
Beneficiari: Possono accedere alla concessione dei contributi gli apicoltori singoli o associati in regola con la denuncia di possesso alveari e in possesso di:
partita Iva inerente il settore apistico o almeno agricolo alla data di presentazione della domanda;
iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio come agricoltore o apicoltore,
che conducano almeno 52 alveari (rilevati dall’ultimo censimento),
che abbiano costituito il fascicolo aziendale presso un Caa (Centro di Assistenza Agricola) con regolare mandato,
che abbiano la disponibilità di locali lavorazione dei prodotti dell’alveare (smielatura) in regola con le norme igienico-sanitarie se di proprietà, o in alternativa dimostrino di operare in ambienti in regola con le norme igienico sanitarie se di terzi.
Modalità di presentazione delle domande:
Le domande devono essere presentate, utilizzando il modello predisposto da Agea con codice a barre, scaricabile dal sito del Sian, area pubblica, al seguente indirizzo:
http://www.sian.it/portale-sian/attivaservizio.jsp?sid=166&pid=10&servizio=Scarico+Moduli&bottoni=no
completato con la documentazione richiesta nel bando e con le dichiarazioni utili per l’assegnazione del punteggio.
Esclusioni
Non sono ammessi a finanziamento:
acquisti effettuati prima della presentazione della domanda;
acquisto di arnie usate;
Iva, imposte o tasse.
Azioni finanziabili
In considerazione delle risorse disponibili per la Provincia di Vercelli, pari a € 10.641,12, sono finanziabili solo gli acquisti di arnie con fondo a rete.
Tutte le arnie che beneficiano del contributo previsto dal Reg. Ce n. 1234/2007 devono essere identificate con un contrassegno indelebile e non asportabile che riporti l’anno di approvazione del programma la provincia di appartenenza e, nel caso delle arnie, un codice per identificare in modo univoco l’azienda (marchio a fuoco,   utilizzo di vernice indelebile, ecc.). L’identificazione con contrassegno indelebile e non asportabile dei materiali che beneficiano del contributo è a carico dei richiedenti.
Il pagamento degli acquisti deve essere effettuato esclusivamente con assegno o bonifico, non è ammesso il pagamento in contanti.
Priorita’:
A parità di condizioni é ammessa priorità per le aziende che si trovano in ordine: in zone classificate di montagna, collina e pianura. La zona altimetrica del centro aziendale è quella dove sono ubicati i locali di lavorazione e trasformazione del miele, se di proprietà e/o con autorizzazione sanitaria intestata al richiedente del beneficio. In caso diverso, la localizzazione altimetrica viene ricondotta a quella legale. In subordine è accordata priorità tenendo conto della data di presentazione della domanda e del numero risultante dal protocollo dell’Ufficio ricevente.
Limiti:
Per poter ottenere il contributo é necessario acquistare un numero minimo di arnie pari a 30 e verrà riconosciuto un contributo fino ad un massimo di 50 arnie, corrispondente ad una spesa minima ammissibile di euro 2.400,00 o una spesa massima ammissibile di euro 4.000,00 per ogni domanda, considerando una spesa ammessa per singola arnia pari a euro 80,00 (oneri fiscali esclusi).
Il contributo massimo concedibile é pari al 40% della spesa ammessa.
Procedure e termini
Le domande devono essere presentate al Settore Agricoltura della Provincia di Vercelli, Servizio Vitivinicoltura e Zootecnia, utilizzando il modello predisposto da Agea con codice a barre (scaricabile dal sito del Sian, area pubblica, al seguente indirizzo:
http://www.sian.it/portale-sian/attivaservizio.jsp?sid=166&pid=10&servizio=Scarico+Moduli&bottoni=no
Le domande dovranno essere presentate a far data da Giovedì 01.03.2012 e fino alle ore 12.00 di Venerdì 30.03.2012, con allegata la seguente documentazione:
preventivi di spesa;
e qualora non già agli atti dell’ufficio:
fotocopia del certificato di attribuzione della partita Iva;
certificato di iscrizione alla Cciaa.

 


 

 


|   2011

 

 


 

(01 novembre 2011)

Denuncia possesso alveari

Dal 1 novembre al 31 dicembre è obbligatoria la denuncia di possesso alveari.

 

 


| 2010

 

 


(14 aprile 2010)

Contributi per l'apicoltura
Aiuti all’apicoltura (L. R. n. 20/98)
Beneficiari:
Apicoltori produttori apistici singoli o associati residenti in Provincia di Vercelli in possesso di P. Iva attinente il campo agricolo, iscritti alla Cciaa come impresa agricola e/o apistica che abbiano costituito il fascicolo aziendale presso un Centro di Assistenza Agricola (Caa) e in regola con il censimento apistico 2009.
Per le forme associative l’attività apistica deve essere l’attività economica prevalente; tale condizione deve risultare dall’atto costitutivo.
Apicoltori amatoriali che intendono acquisire tutti i requisiti dell’apicoltore produttore apistico entro un anno dalla data di collaudo delle opere o degli acquisti e che si impegnino per almeno cinque anni a proseguire l’attività di produttore apistico.
Interventi finanziabili:
Lettera b):
Acquisto di macchinari e attrezzature per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari, nonché delle attrezzature specifiche per i trattamenti sanitari dell’alveare.
Acquisto di arnie e loro componenti (telaini, tetti, melari, ecc.).
Il numero delle arnie acquistabile non potrà superare il numero totale preposseduto nell’anno 2009.
Lettera a) e d):
Costruzione, ristrutturazione e ammodernamento delle strutture aziendali di lavorazione e conservazione della produzione degli alveari (compresi punti vendita e locali di stoccaggio di prodotti o degli alveari).
Adeguamento alle norme igienico-sanitarie dei locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare.
Potranno essere ammessi anche i lavori in economia, cioè quelli realizzati direttamente dall’apicoltore, riferiti a interventi modesti che non richiedano particolari competenze tecniche o che riguardino impianti elettrici, termoidraulici ecc..
Lettera l):
Ogni altra iniziativa utile allo sviluppo e all'incremento quali-quantitativo dell'apicoltura e dei suoi prodotti. E’ consentito l’acquisto di veicoli con le caratteristiche sotto riportate, l’acquisto di attrezzature per nomadismo e di gestione aziendale:
a) Autoveicoli a due assi per il trasporto di arnie da nomadismo o per il trasporto e commercio dei prodotti dell’alveare. Sono da intendersi oggetti di finanziamento gli autoveicoli immatricolati solo come autocarri e non a uso promiscuo, con finiture non di lusso, con portata minima di 15 q.li con due o tre posti a seconda della tipologia di mezzo (cassonati, furgonati senza vetratura laterale o similari).
b) Autoveicoli a quattro ruote motrici purchè immatricolati come autocarri o ricadenti nella tipologia delle trattrici agricole dotate di cassone posteriore, con un numero massimo di tre posti. In tal caso il beneficiario deve dimostrare a richiesta dell’ufficio istruttore che le arnie vengano deposte in località tali da giustificare l’utilizzo di tali mezzi.
c) Acquisto di attrezzature per l’esercizio della pratica del nomadismo (motocariole supporti di carico e scarico, pedane, muletti, gru o altri dispositivi che consentano il carico /scarico delle arnie dai mezzi di trasporto).
d) Acquisto di attrezzature e servizi per la gestione aziendale (attrezzature informatiche hardware finalizzate all’attività apistica, software gestionali, realizzazione di siti web ecc.).
Tipo di finanziamento:
Gli aiuti vengono corrisposti sotto forma di contributi in conto capitale calcolati in percentuale
sulla spesa ammessa: 40% in zone montane, 30% nelle altre zone.
Spesa ammessa minima:
Lettera a) 5.000,00 euro (cinquemila)
Lettera d) 3.000,00 euro (tremila)
Lettera b) 1.000,00 euro (mille)
Lettera l)   1.000,00 euro (mille)
Spesa ammessa massima:
Lettera a) 30.000,00 euro (trentamila)
Lettera d) 20.000,00 euro (ventimila)
Lettera b) 20.000,00 euro (ventimila)
Lettera l)   30.000,00 euro (trentamila)
Le spese massima e minima sono da intendersi Iva esclusa.
Indipendentemente dal tipo di intervento richiesto il totale della spesa ammessa non potrà comunque superare la soglia massima di 30.000 euro.
Esclusioni:
Acquisto di macchine, attrezzature e macchinari usati.
Opere realizzate o iniziate prima della presentazione della domanda di contributo.
Acquisti avvenuti in data anteriore alla presentazione della domanda di contributo, rilevabile dalla data di fatturazione.
Iva, imposte e tasse.
Tipologie di investimento non previste dal bando:
Manutenzione e riparazione di macchinari e attrezzature.
Programmi informatici usati o duplicati o privi della necessaria licenza d’uso prevista per legge.
Per presentare le domande:
Le domande di contributo vanno presentate in forma cartacea alla provincia di Vercelli, Settore agricoltura, Servizio vitivinicoltura e zootecnica in via Pirandello, 8 13100 Vercelli.
Informazioni al 0161-597673 0161-597769 348-3676195 oppure alle e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Scadenza: La domanda di finanziamento scade il 3 maggio 2010


|   2009


(17 ottobre 2009)

Denuncia possesso alveari
Si ricorda che la denuncia di possesso degli alveari è obbligatoria e va eseguita entro il 31 dicembre
Il modulo di denuncia


| 2008


(24 ottobre 2009)

Corso d'apicoltura Ghemme 2008-2009
Il primo modulo ed il secondo modulo si svolgeranno a Ghemme: città del miele.
“Corso cofinanziato dalla Regione Piemonte”
A partire dal 19 novembre le lezioni di apicoltura del corso (I° e II° modulo) si tengono nella sala lettura del Municipio in Via Roma, 21, le precedenti presso la sala Antonelli sita in Piazza Castello.
I° Modulo
Il primo modulo è composto da sette lezioni serali di ore 3,5, dalle ore 20 alle 23,30
Queste lezioni forniranno ai partecipanti le nozioni basilari per una corretta gestione dell’apiario.
Giovedì 05 novembre: l'apicoltura come attività da reddito e proiezione "I re delle api"”
Giovedì 12 novembre: principali specie e razze d’Apis mellifera e biologia dell’alveare
Giovedì 19 novembre: le attrezzature dell’apicoltore, dall’Arnia allo Zigrinatore
Giovedì 26 novembre: operazioni primaverili ed estive
Giovedì 3 dicembre: operazioni autunnali e invernali
Giovedì 10 dicembre: il controllo della sciamatura
Giovedì 17 dicembre: l'allevamento delle api regine
II° Modulo Nuove date:
Il secondo modulo composto da sette lezioni serali di ore 3,5 (20-23,30) prenderà in esame delle problematiche fondamentali per l’attività apistica: la sanità degli alveari, la gestione della flora mellifera attraverso il nomadismo degli alveari e la qualità dei prodotti apistici.
Giovedì 11 febbraio: le malattie della covata
Giovedì 18 febbraio: le malattie delle api adulte
Giovedì 25 febbraio: lotta alla varroasi
Giovedì 04 marzo: la flora mellifera
Giovedì 11 marzo: il nomadismo
Giovedì 18 marzo: il miele
Giovedì 25 marzo: il polline e gli altri prodotti dell’alveare


(14 ottobre 2008)

Censimento apistico
Il censimento apistico scade il 31 dicembre
Il modulo di denuncia


|   2007


(6 novembre 2007)

Denuncia annuale di possesso alveari
La denuncia di possesso alveari è dal 1° novembre al 31 dicembre
Il modulo di denuncia


(3 giugno 2007)

Segnalato l'avvelenamento di un apiario sito a Gattinara
La mortalità di api per alcuni giorni ha raggiunto le 400 api ad alveare/giorno.
L'apicoltore ha denunciato alle autorità competenti il fatto.
Chiunque noti una mortalità anomala è invitato a contattare i tecnici Aspromiele.
Massimiliano Gotti


(19 marzo 2007)

Corsi di apicoltura a Borgosesia
Dal 28 marzo all'11 aprile 2007
Il programma


(22 gennaio 2007)

Contributi per l'apicoltura
Aperto il bando per i finanziamenti per arnie e attrezzature da nomadismo.
Termine di presentazione delle domande 15 febbraio 2007.
Il bando


|   2006


(7 febbraio 2006)

Contributi per l'apicoltura
La Provincia di Vercelli ha comunicato che sono aperti i termini per la presentazione delle domande sul Reg. CE 797. le domande devono essere presentate entro le ore 12,00 del 10 marzo 2006 sull'apposita modulistica.
Il bando


| 2005


(23 novembre 2005)

Censimento apistico
La denuncia di posseso alveari va fatta dal 1°novembre al 31 dicembre 2005
Il bando


(1 settembre 2005)

Produzioni della Provincia di Vercelli
Come nelle Province limitrofe, il raccolto del miele di robinia è risultato penalizzato nelle zone più precoci migliorando poi nelle zone medio/tardive. Nel complesso la produzione media per il miele di robinia registrata si aggira intorno ai 20 kg/alveare.
Il raccolto di millefiori si è attestato secondo le zone sui soliti 5 - 10 kg/alveare.
Scarso rispetto alle attese la produzione di tiglio in Valsesia, le alte temperature hanno penalizzato la fioritura e le medie registrate si aggirano tra i 15 - 20 kg/alveare.
Idem per il miele di castagno e quello di "castiglio" con medie leggermente più alte nelle zone più precoci.
Buone invece le produzioni di millefiori di montagna grazie alle temperature elevate con medie superiori ai 20 kg/alveare.
Il raccolto della melata ha raggiunto nelle zone più vocate i 12 - 15 Kg/alveare.
Massimiliano Gotti


 

Zona di Novara Verbania Vercelli Recapiti Tecnici



Verbania,
presso biblioteca civica
 
Via Vittorio Veneto 138
Martedì
h 09:30 - 13:00
 

Borgomanero (No)
presso Coldiretti
 
Via dei Mille 24
Giovedì
h 09:00 - 13:00
Oleggio (No)
 
Corso Matteotti 38
Venerdì
h. 08:30 - 12:30


 
Tecnico:
Andrea Raffinetti
cell. 335 6051896