Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME ARCHIVIO PRIMA PAGINA Apicoltura Vespa velutina: il punto sulla situazione delle catture in Piemonte

Vespa velutina: il punto sulla situazione delle catture in Piemonte

Stampa PDF

(21 giugno 2017)

vespa velutinaCome ci attendavamo, questa primavera la Vespa velutina è ricomparsa nel Piemonte meridionale, in particolare nel Cuneese, laddove gli esemplari erano già stati avvistati in caccia di fronte agli apiari ed erano stati catturati con le trappole lo scorso autunno. I comuni che continuano ad essere interessati dal fenomeno sono quelli del Monregalese: Vicoforte Mondovì, Monastero di Vasco e Montaldo Mondovì. Le trappole posizionate nella zona da Aspromiele e dagli apicoltori superano abbondantemente il numero di cento e hanno permesso la cattura, tra marzo e giugno, di 20 esemplari, tutte quasi sicuramente regine fondatrici, vista l’epoca di cattura in cui soltanto queste sono presenti nell’ambiente, in cerca di un luogo adatto alla creazione del nido primario.
L’attività di Aspromiele prosegue costantemente rinnovando le esche e monitorando gli apiari che si trovano nella zona colpita per individuare fin da subito eventuali predazioni da parte del calabrone.
L’invito agli apicoltori è di monitorare costantemente il calabrone sia con un’occhiata in più durante i lavori in apiario, sia posizionando le trappole con birra nelle vicinanze degli alveari ed eventualmente in boschi e giardini.
In caso di individui o nidi sospetti o avvistamenti della v. velutina è possibile contattare Aspromiele all’indirizzo e mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   oppure inviare foto al 346 6027829.