Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME ARCHIVIO PRIMA PAGINA Normativa Domanda gelate primavera 2017

Domanda gelate primavera 2017

Stampa PDF

(01 dicembre 2017)
acacia-cuneese

Grazie all’interessamento di Aspromiele, la Regione Piemonte ha ora provveduto ad adeguare la piattaforma informatica di Sistema Piemonte. Attualmente è quindi possibile, anche per le aziende apistiche, procedere con la compilazione della domanda per i danni da avversità atmosferiche: è sufficiente essere in possesso di fascicolo aziendale e vi consigliamo di rivolgervi presso un CAA, Centro di Assistenza Agricola.
Allo scopo pensiamo possa essere di aiuto fornirvi il seguente elenco di dati da portare con voi all’appuntamento:
- censimenti triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016 (sommatoria di alveari)
- produzione/anno delle stagioni:  triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016
- prezzo medio di vendita triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016
- quantità di miele prodotto nel 2017 (inteso come dato globale, non ripartito per tipologia di miele)
- prezzo medio di vendita 2017, distinto tra ingrosso e dettaglio
Al momento il sistema non prevede altri prodotti diversi dal miele, tuttavia, qualora l’azienda reputi di aver subito il danno anche su altre produzioni apistiche, è possibile integrare a parte la domanda con i relativi dati, secondo lo schema sopraindicato per il miele.


Come avrete notato, è possibile calcolare la plv (produzione lorda vendibile) pregressa facendo riferimento al triennio 2014/2015/2016 oppure al quinquennio 2012/2013/2014/2015/2016: ogni azienda dovrà valutare il periodo di riferimento più opportuno, in relazione alla propria specificità.
I requisiti di ammissibilità prevedono il raggiungimento di un danno superiore al 30%, derivante dal raffronto tra la plv (produzione lorda vendibile ) dell’annata in corso con il triennio o quinquennio precedente.
E’ giusto precisare, infine, che questa fase di presentazione delle domande non deve essere intesa come garanzia di ottenimento di aiuti futuri: ciò dipenderà dalle disponibilità finanziarie che la Regione sarà in grado di mettere a disposizione, secondo modalità e tempistiche ancora da definire.
Ciononostante pensiamo sia importante partecipare numerosi, trattandosi di un precedente importante per il settore.