Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME ARCHIVIO PRIMA PAGINA Varie Emergenza apicoltura in questo avvio di stagione 2019: ottavo anno di raccolti scarsi in Piemonte

Emergenza apicoltura in questo avvio di stagione 2019: ottavo anno di raccolti scarsi in Piemonte

Stampa PDF

(05 giugno 2019)

api morte fame

In Piemonte, come in gran parte delle regioni italiane, il bilancio produttivo della stagione 2019 ad oggi è ancora pari a zero. Alla scarsa resa delle fioriture primaverili, ha ora fatto eco la perdita totale del raccolto su Robinia. Le cause? Clima impazzito, inverno caldo e siccitoso, primavera fortemente anticipata, ma poi seguita da maltempo e abbassamento termico protratto per tutto il mese di maggio. Le conseguenze: stress per api e vegetazione.

Innumerevoli le colonie morte per fame nel mese di maggio e comunque straziante la situazione presente negli apiari costretti a sopravvivere grazie alla nutrizione artificiale.

In ginocchio gli apicoltori, che, pur con una debole ripresa nel 2018, attualmente stanno vivendo l’ottavo anno consecutivo di raccolti magri e problemi enormi per mantenere in vita quel bene comune denominato patrimonio apistico.

 

Di seguito il link al comunicato dell'Osservatorio Nazionale del Miele, già inoltrato alle regioni e al ministero. Aspromiele si attiverà per presentare la grave situazione piemontese alle autorità regionali, non appena il nuovo Consiglio regionale si sarà insediato.
Nel contempo si solleciterà anche la ricerca di fondi da destinare a copertura dei danni subiti dalle aziende apistiche a seguito della gelata del 2017 e per la quale sono già state presentate da tempo  le domande.

In foto: api morte per fame, maggio 2019 (foto: Lidia Agnello)

Comunicato dell'Osservatorio Nazionale del Miele