Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME ARCHIVIO PRIMA PAGINA Varie Segnalazione danni alluvione

Segnalazione danni alluvione

Stampa PDF

(29 novembre 2016)

saluzzese-alluvioneLa scorsa settimana, nei giorni 24 e 25 novembre, in molte aree del Piemonte, in particolare cuneese e torinese, si sono verificati eventi alluvionali in certi casi assai disastrosi. Anche gli alveari e le postazioni, anche non prettamente situate nei pressi di fiumi o torrenti, hanno subito gravi danni se non il completo spazzamento da parte dell'acqua. Numerose sono state le segnalazioni arrivate in Associazione, si parla di centinaia di alveari eliminati portati via dalla corrente.
Come Aspromiele si è pensato di intervenire, informandosi sulla possibilità di cercare qualche possibilità di risarcimento per coloro che sono stati colpiti.
Al seguente link trovate un modello di segnalazione danni da compilare e presentare al Comune nel quale è avvenuto il danno entro e non oltre 10 giorni dall'accaduto.
Questa segnalazione ha lo scopo di delimitare l’area oggetto della calamità ed è fondamentale che l’apicoltore la compili e si rechi in comune, oppure prenda contatti con l’amministrazione per eventuali altre disposizioni, invio telematico ecc...
Queste segnalazioni servono alla Commissione Agricola per definire le aree comunali danneggiate. Solitamente viene fatto un sopraluogo, poi verbalizzato e inviato in Regione. Da questi dati si definisce l’area che riceverà lo stato di “Calamità Naturale”.
Non ci sono garanzie su quale sia poi effettivamente considerata area oggetto di richiesta danno e su eventuali risarcimenti, ma la segnalazione è certamente utile per poter almeno provare a recuperare qualcosa.
Verranno, se disposti, gli aiuti economici a coloro i quali rientrano nelle zone definite dalla Regione.  
La legislazione vigente prevede una soglia di danno superiore al 30% della Produzione Lorda Vendibile e non rientrano le colture assicurabili (quelle colture che sono oggetto di un’agevolazione sul premio).